Dolore auricolare: possibili cause.

Il dolore auricolare rappresenta un sintomo molto frequente nella popolazione.

Le cause di tale dolore posso essere di molteplice natura e non dipendono necessariamente da una malattia localizzata all'interno dell'orecchio. 

 

Per quanto riguarda la tipolgia del dolore possiamo distinguere due tipologie principali di dolore auricolare:

-otalgia a fitte intermittenti

-otalgia continua 

 

In linea di massima i dolori a fitte sono per lo più di natura riflessa, ovvero non sono causati da una infiammazione all'orecchio ma bensì rappresentano la spia di un problema in qualche altra sede anatomica (otalgia riflessa).

Cio' avviene perche' alcune regioni della testa e del collo condividono l'innervazione sensitiva da parte di uno stesso nervo cranico.

 

L'otalgia continua e persistente invece che dura anche molte ore è il tipico sintomo di una vera infiammazone dell'orecchio.

 

Descrizione immagine

DOLORE AURICOLARE RIFLESSO

 

Una tipica circostanza in cui si possono avere fitte dolorose localizzate all'orecchio è quella in cui ci sia una disfunzione a livello dell'articolazione temporo-mandibolare (sublussazioni, artrosi etc.).

 

Altro possibile sito di origine di otalgia riflessa è la gola. Classico è l'esempio di un'infiammazione alla gola con interessamento delle tonsille palatine in cui è frequente osservare un dolore irradiato all'orecchio specialmente durante la deglutizione.

 

Allo stesso modo un mal d'orecchio di solito associato alla delutizione può anche presentarsi in pazienti affetti da tumori localizzati a livello della base della lingua o della regione ipofaringea. Tale dolore viene tipicamente avvertito come "fitte nell'orecchio" di solito in concomitanza degli atti deglutitori e può rappresentare il primo sintomo di tali malattie.

 

Descrizione immagine

Articolazione temporo-mandibolare.

           OTITE ESTERNA

 

L'otite esterna è caratterizzata dall'infiammazione del condotto uditivo esterno. L'intero condotto può essere interessato (otite esterna diffusa) oppure l'infezione può essere localizzata.

 

La forma acuta è solitamente causata da infezione batterica o più raramente da un fungo (otite micotica). 

Le forme croniche di otite esterna sono spesso legate a patologie dermatologiche del condotto uditivo (eczema, dermatite seborroica, psoriasi, ecc.). 

 

L’otite esterna è una patologia che dipende molto delle condizioni climatiche, in particolare dell’aumento di calore e di umidità. 

 

Per questo motivo l'incidenza della patologia è molto più alta in estate per l'abbondanza di fattori favorenti quali: caldo, sudore, cloro dell'acqua di piscina, frequente penetrazione di shampoo, balsamo ed altri prodotti chimici.

 

Inoltre esistono alcune caratteristiche individuali che favoriscono l'ingorgere di tale infezione:

-restringimenti (stenosi) del condotto uditivi
-ipertricosi (eccesso di peluria) nei pazienti maschi adulti
-dermatosi croniche del condotto uditivo

 

Durante la fase acuta il condotto uditivo esterno è bloccato a causa del gonfiore ed il paziente si sente "sordo" in quanto le onde sonore non possono raggiungere il timpano. 

 

Dopo l'inizio della terapia tuttavia si ha sempre un ritorno all'udito normale poichè l'otite esterna non coinvolge le strutture nobili dell'orecchio (quali gli ossicini e la coclea).

Descrizione immagine

Otite esterna micotica con ife fungine: visione otoscopica.  

Descrizione immagine

Otite esterna batterica con stenosi del condotto uditivo: visione otoscopica.