Tubercolosi (TBC) 


Il micobatterio tubercolare è l'agente eziologico dell'infezione tubercolare (TBC). Dopo anni in cui questa malattia si considerava praticamente scomparsa negli stati occidentali essa sta mostrando una costante ripresa durante l'ultimo periodo.

Tale incremento dei casi di TBC e di altre micobatteriosi può principalmente essere correlato all'aumento dei flussi immigratori, all'incremento della patologia dell'immunodeficienza umana (HIV), all'aumento dei pazienti trapiantati e le relative terapie immunosoppressive. La TBC primaria è una infezione che colpisce il parenchima polmonare. Da questo livello essa può secondariamente interessare altre sedi dell'organismo che comprendono anche distretti di pertinenza otorinolaringoiatrica.


LINFOADENITE TUBERCOLARE

Rappresenta una delle più comuni forme di tubercolosi extra polmonare. I linfonodi cervicali e sovracalvicolari sono quelli maggiormente interessati. Tipicamente la linfoadenite tubercolare si caratterizza con un linfonodo che si accresce lentamente senza causare dolore durante un periodo di settimane o mesi. Nel 25% dei casi si ha bilateralità.


Il trattamento della linfoadenite tubercolare è lo stesso della TBC polmonare. Esso si avvale di ISONIAZIDE, RIFAMPICINA con PIRAZINAMIDE ed ETAMBUTOLO durante i primi 2 mesi. 


OTITE MEDIA TUBERCOLARE

Può svilupparsi per colonizzazione ematica oppure per via locale attraverso la tuba di Eustacchio. Tipicamente si osserva 

-otorrea

-perforazione della membrana timpanica

-deficit del nervo facciale

-tessuto di granulazione a livello dell'orecchio esterno, medio e della cavità mastoidea


TBC DEL CAVO ORALE

Tipicamente si osserva una lesione ulcerata o granulomatosa localizzata a livello della mucosa del dorso linguale o del palato. La lesione può erodere l'osso mandibolare o mascellare sottostante mimando un carcinoma squamocellulare orale.


TBC DELLE FOSSE NASALI

Il setto nasale è la sottosede più coinvolta, seguita dal turbinato inferiore. La diagnosi differenziale va posta specialmente con la granulomatosi di Wegener, la sarcoidosi, infezioni fungine. L'apparenza è quella di una massa friabile. 


Diagnosi 

All'esame bioptico si osservano cellule istiocitarie. Inoltre a livello microscopico viene impiegata la tecnica di Ziehl-Neelsen che sfrutta l'alcol-acido resistenza dei micobatteri. 

Fondamentale risulta anche l'esame colturale sul materiale biopsiato.

 

Descrizione immagine

TBC localizzata a livello del setto nasale (S). Massa di aspetto irregolare e consistenza friabile.

Descrizione immagine

TBC del margine linguale posteriore destro. Aspetto ulcerato simil tumorale.